BANDI REGIONALI

 

Fondo Europeo di Sviluppo Regionale FESR

Fondo strutturale dell'UE che nasce con lo scopo di consolidare la coesione economica e sociale dell'Unione europea correggendo gli squilibri fra le regioni, riserva particolare attenzione alle specificità territoriali, mira a ridurre i problemi economici, ambientali e sociali che affliggono le aree urbane, investendo principalmente nello sviluppo urbano sostenibile.

 

P.O.R. FESR 2014-2020

 

CRONOPROGRAMMA DAL II SEMESTRE 2017 FINO AL 2020 CLICCA QUI

 


AZ. 3.4.2

AGEVOLAZIONI PER L’ACQUISTO DI SERVIZI A SUPPORTO DELL’INTERNAZIONALIZZAZIONE

A sostegno del sistema imprenditoriale veneto nello sviluppo dei processi di internazionalizzazione e di penetrazione o consolidamento nei mercati esteri.

 

BENEFICIARI: piccole e medie imprese (PMI) che, alla data di presentazione della domanda, che hanno almeno un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare le attività. Nel caso in cui l’unità operativa non sia ancora definita è data la possibilità di comunicarne l’apertura entro la data di richiesta di erogazione del voucher.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA: euro 1.650.000,00.

 

SPESE AMMISSIBILI: acquisizione da parte delle imprese beneficiarie di servizi specialistici per l’internazionalizzazione da aziende o professionisti registrati presso il “Catalogo dei fornitori” all'interno del portale https://www.innoveneto.org/, tra i quali è presente APINDUSTRIA SERVIZI SRL.

Le spese devono essere sostenute a partire dal giorno successivo la data di presentazione della domanda (data di avvio del progetto) e fino ai 6 (sei) mesi successivi. Entro i successivi 30 (trenta) giorni dovranno essere conclusi i pagamenti e presentata la rendicontazione di spesa.

 

TIPOLOGIA DI CONTRIBUTO: in conto capitale ai sensi del Regolamento UE 651/2014, mediante l’erogazione di voucher ovvero di “buoni” nominativi di importo prefissato, determinato in relazione alla tipologia di servizi specialistici che l’impresa intende acquistare per la realizzazione delle finalità di progetto.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: previa sottoscrizione digitale del legale rappresentante della PMI richiedente, presentate attraverso la piattaforma telematica SIU della Regione Veneto dalle ore 16.00 del 13 dicembre 2017 fino al raggiungimento delle disponibilità finanziarie previste dal bando.

 

 

 

 

 


AZ. 1.1.2

AGEVOLAZIONI PER L’ACQUISTO DI SERVIZI PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, STRATEGICA, ORGANIZZATIVA E COMMERCIALE DELLE PMI

 A sostegno delle attività di innovazione e di trasferimento delle conoscenze presso le imprese, favorendo i processi di progettazione e sperimentazione delle soluzioni innovative, i processi di integrazione e di innovazione delle strategie organizzative e di business tra imprese, università, centri di ricerca e centri di trasferimento tecnologico e di conoscenza in grado di garantire ricadute positive sul territorio.

 

BENEFICIARI: piccole e medie imprese (PMI) che, alla data di presentazione della domanda, che hanno almeno un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare le attività. Nel caso in cui l’unità operativa non sia ancora definita è data la possibilità di comunicarne l’apertura entro la data di richiesta di erogazione del voucher.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA: euro 4.000.000,00.

 

SPESE AMMISSIBILI: l’acquisizione da parte delle imprese beneficiarie di servizi specialistici per l’innovazione orientatati verso le traiettorie di sviluppo dei quattro ambiti di specializzazione: Smart Agrifood, Sustainable Living, Smart Manufacturing e Creative Industries attraverso lo sfruttamento delle tecnologie abilitanti - micro e nano elettronica, materiali avanzati, biotecnologie industriali, fotonica, nanotecnologie e sistemi avanzati di produzione - e i driver dell’innovazione.

E’ possibile richiedere più voucher, fino ad un massimo di 3 (tre) con importi cumulabili tra loro, per l’acquisizione di altrettante e differenti tipologie di servizi specialistici forniti da soggetti pubblici o privati aventi sede legale in Italia o all'estero, ma che siano comunque registrati presso il “Catalogo dei fornitori” all'interno del portale  https://www.innoveneto.org/, tra i quali è presente la scrivente APINDUSTRIA SERVIZI SRL.

Le spese devono essere sostenute a partire dal giorno successivo la data di presentazione della domanda (data di avvio del progetto) e fino ai 6 (sei) mesi successivi. Entro i successivi 30 (trenta) giorni dovranno essere conclusi i pagamenti e presentata la rendicontazione di spesa.

 

TIPOLOGIA DI CONTRIBUTO: in conto capitale ai sensi del Regolamento UE 651/2014, mediante l’erogazione di voucher ovvero di “buoni” nominativi di importo prefissato, determinato in relazione alla tipologia di servizi specialistici che l’impresa intende acquistare per la realizzazione delle finalità di progetto.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: previa sottoscrizione digitale del legale rappresentante della PMI richiedente, presentate attraverso la piattaforma telematica SIU della Regione Veneto dalle ore 16.00 del 6 dicembre 2017 fino al raggiungimento delle disponibilità finanziarie previste dal bando.

 

 

 

  


AZ 4.2.1 

REGIONE VENETO POR FESR 2014/2020 – BANDO  “EFFICIENZA ENERGETICA E TUTELA AMBIENTALE”

La Regione VENETO con la DGR n.1630 del 12 ottobre 2017 ha approvato il nuovo bando a valere sul POR FESR 2014/2020 Azione 4.2.1 dedicato a finanziare progetti di EFFICIENZA ENERGETICA e TUTELA AMBIENTALE delle PMI con sede operativa nel Veneto.


Gli investimenti ammissibili riguardano l'acquisto di macchinari e impianti ad alta efficienza energetica, hardware e software connessi agli impianti, opere murarie ed impiantistiche, spese per diagnosi energetiche e per certificazioni ambientali ed energetiche per un valore complessivo di almeno euro 80.000,00.

Il contributo a fondo perduto è pari al 30% delle spese ammissibili.

I progetti verranno selezionati in base ad una procedura valutativa secondo punteggi e criteri di premialità del soggetto proponente e dell'iniziativa presentata.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 02 novembre 2017 e fino al 09 gennaio 2018.

 

 

 


 

Nuovo Fondo Unico

 

Dal 26 gennaio 2016, è in vigore la disposizione regionale del nuovo Fondo Unico. L’obiettivo è quello di semplificare e razionalizzare l’accesso da parte alle agevolazioni previste attualmente dai rispettivi fondi di rotazione istituiti presso la Finanziaria Veneto Sviluppo Spa.

Faranno quindi riferimento allo stesso fondo le imprese industriali, artigianali e commerciali, comprese quelle aventi le caratteristiche di imprese “femminili” e “giovanili”.

 

BENEFICIARI

Non sono ammissibili le imprese nei settori QUI elencati.

i casi di esclusione individuati, in relazione al regime di aiuto prescelto dalla PMI richiedente, dai Regolamenti Comunitari di seguito elencati:

- n. 1998/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006: aiuti “de minimis”;

- n. 875/2007 della Commissione del 24 luglio 2007: aiuti “de minimis” nel settore della pesca;

- n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008, Sezione 2 “Aiuti agli investimenti e all'occupazione in favore delle PMI” (“regime di esenzione”).

 

TIPOLOGIE DI SPESA

Con finanziabilità al 100%sull'investimento totale ammissibile:

- investimenti immobiliari (acquisto, ristrutturazione, rinnovo, trasformazione, ampliamento ed  adeguamento dei locali adibiti o da adibire all’esercizio dell’attività; acquisto di terreni funzionali alla realizzazione di interventi di ampliamento dei locali adibiti o da adibire all’esercizio dell’attività)

- investimenti mobiliari (acquisto di impianti produttivi macchinari, attrezzature e hardware; acquisto di arredi; realizzazione / adeguamento di impianti tecnologici; acquisto di automezzi targati e natanti ad esclusivo uso aziendale)

- immobilizzazioni materiali (spese connesse a: registrazione e acquisto di diritti di brevetto; sviluppo software, acquisto licenze software, riconoscimento di marchi di prodotto, acquisizione di know-how e conoscenze tecniche non brevettate)

Con finanziabilità al 10%sull'investimento totale ammissibile: 

- spese tecniche (spese di direzione lavori, studi, progettazioni, consulenze affidati all’esterno, connessi con il programma di investimento, e finalizzati anche ad iniziative di commercializzazione e promozione nonché all’ottenimento di certificazioni di qualità. Non sono ammissibili le spese inerenti servizi continuativi o periodici connessi al normale funzionamento dell’impresa o al mantenimento delle certificazioni già acquisite.)

Dettagli sulle spese.

 

TIPOLOGIE DI INTERVENTO

Con finanziabilità al 100%sull'investimento totale ammissibile:

- Ricapitalizzazione aziendale (per un importo massimo non superiore a quello delle sottostanti operazioni di aumento di capitale sociale già deliberate e sottoscritte nei 12 mesi antecedenti la data della domanda di agevolazione)

- Riequilibrio finanziario aziendale (per un importo massimo non superiore al 35% del magazzino medio rilevato dai bilanci degli ultimi 3 esercizi)

- Consolido passività bancarie a breve (per un importo massimo non superiore al minore dei saldi di tutti i conti correnti per elasticità di cassa riferiti agli ultimi 2 trimestri solari precedenti la data della domanda di agevolazione)

 - Altre iniziative di supporto finanziario (operazioni di supporto finanziario a fronte di: crediti insoluti; crediti maturati e scaduti verso le Pubbliche Amministrazioni; rimborsi di finanziamenti a medio lungo termine a fronte di investimenti aziendali; anticipazioni a fronte di uno o più ordini accettati e/o contratti di fornitura di beni e/o servizi)

Dettagli sugli interventi.

 

OPERAZIONI AGEVOLATE

Le operazioni agevolate possono essere realizzate nella forma del “finanziamento agevolato” o del “leasing agevolato”.

Attualmente, il “Tasso Convenzionato” è pari all’Euribor 3/6 mesi m.m.p. divisore 360 aumentato di uno spread massimo di 500 punti base annui. 

Dettagli sulle operazioni.

 

1. Agevolazioni per l’imprenditoria femminile. Parte speciale

2. Agevolazioni per l’imprenditoria giovanile. Parte speciale

3. Finanziamenti agevolati di importo limitato (microcredito). Parte speciale

 

 


 

Bando concessione voucher MPMI per interventi in tema di utilizzo tecnologie 4.0 - 2017

 

La Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare, al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), di tutti i settori economici, della Città Metropolitana di Venezia e della provincia di Rovigo, ha approvato il bando per la concessione di voucher alle MPMI per interventi in tema di utilizzo delle tecnologie 4.0 - anno 2017.

Risorse

€ 600.000,00

Aiuti di Stato

Gli aiuti di cui al presente bando sono concessi, in regime “de minimis”, ai sensi dei regolamenti n. 1407/2013 o n. 1408/2013 del 18.12.2013 (GUUE L 352 del 24.12.2013), ovvero del Regolamento n. 717/2014 del 27 giugno 2014 (GUUE L 190 del 28.6.2014).

Voucher

importo massimo di € 1.500,00 a copertura di una percentuale massima del 50% dei costi ammissibili ed effettivamente sostenuti e rendicontati.

Sono escluse le domande il cui investimento totale è inferiore ad € 2.000,00.

Soggetti/requisiti

La domanda può essere presentata da

•micro piccole medie imprese (rif. All I Reg. UE n. 6512014) con sede legale o U.L. nella Città Metropolitana di Venezia e/o nella provincia di Rovigo

•iscritte e attive al Registro Imprese della CCIAA

•non in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata o altra situazione equivalente

•non già beneficiarie di contributi pubblici per gli stessi percorsi ASL

·che non presentino nella propria compagine sociale e/o nei propri organi di amministrazione alcun soggetto in carica presso la Giunta della Camera di Commercio.

Ai fini della liquidazione:

in regola con il pagamento del diritto annuale, il Durc e non in rapporto di fornitura con la CCIAA.

Tipologia di interventi

La tipologia degli interventi ammessi può essere ricondotta a percorsi di formazionie/o di consulenza negli ambiti tecnologici riassunti nell’allegato A del bando:

  • Soluzioni per la manifattura avanzata
  • Manifattura additiva
  • Realtà aumentata e virtual reality
  • Simulazione
  • Integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • Cloud
  • Cybersicurezza e business continuity
  • Big Data e Analytics

 altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari: 

  • Web App, API
  • Sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • Georeferenziazione e GIS
  • Sistemi di monitoraggio e telesorveglianza di collegati a processi produttivi
  • CRM
  • ERP
  • Digital Signage

Secondo i criteri, le modalità e presso i soggetti stabiliti nel bando.

Periodo realizzazione interventi dalla data di apertura del bando al 30/04/2018.

Domande

Le domande devono essere presentate dalle 12:00 del 16/10/2017 alle 12:00 del 15/12/2017

Risorse assegnate a sportello secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande fino ad esaurimento della dotazione finanziaria

E’ prevista una sola domanda di voucher per impresa

Rendicontazione

Entro e non oltre il 30/07/2018

»Data di scadenza per la presentazione delle domande

Le domande devono essere presentate dalle 12:00 del 16/10/2017 alle 12:00 del 15/12/2017

 


 

Bando per la concessione di voucher alle MPMI in tema di Alternanza Scuola Lavoro

La Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare, considerate le nuove competenze che la legge di riforma del Sistema camerale (D.Lgs 219/2016) ha attribuito agli enti camerali in materia di orientamento al lavoro e alle professioni e di facilitazione dell'incontro domanda-offerta di formazione e lavoro ha approvato ilbando per la concessione di voucher alle MPMI in tema di alternanza scuola lavoro - 2017.

Risorse

€ 370.000,00

Aiuti di Stato

Questo tipo di agevolazione non risulta essere un Aiuto di Stato

Voucher

•€ 500,00 per il coinvolgimento da 1 a 2 studenti;

•€ 1.000,00 per il coinvolgimento da 3 a più studenti;

€ 150,00 ulteriori nel caso di inserimento in azienda di studente/i diversamente abile/i

Soggetti/requisiti

La domanda può essere presentata da

•micro piccole medie imprese (rif. All I Reg. UE n. 6512014) con sede legale o U.L. nella Città Metropolitana di Venezia e/o nella provincia di Rovigo

•iscritte e attive al Registro Imprese della CCIAA

•non in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata o altra situazione equivalente

•iscritte al RASL o che si impegnano all’iscrizione nel Registro

•non già beneficiarie di contributi pubblici per gli stessi percorsi ASL

·che non presentino nella propria compagine sociale e/o nei propri organi di amministrazione alcun soggetto in carica presso la Giunta della Camera di Commercio.

Ai fini della liquidazione:

in regola con il pagamento del diritto annuale, il Durc e non in rapporto di fornitura con la CCIAA.

Percorsi ammessi

Percorsi di ASL c/o sede legale o U.L. intrapresi da studenti della Scuola secondaria di secondo grado e/o dei Centri di formazione professionale sulla base di apposita convenzione

Periodo realizzazione percorsi dal 1/1/2017 al 31/12/2017

Durata minima 40h

Domande

Le domande devono essere presentate dalle 12:00 del 16/10/2017 alle 12:00 del 15/12/2017

Allegare copia della convenzione stipulata tra Istituto scolastico/CFP e impresa ospitante

Risorse assegnate a sportello secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande fino ad esaurimento della dotazione finanziaria

E’ prevista una sola domanda di voucher per impresa

Rendicontazione

Entro e non oltre il 1/3/2018

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.