Giovedì 22 giugno scorso, si è tenuta l'Assemblea Generale parte pubblica di Apindustria Venezia. Grande entusiasmo e spirito di condivisione hanno contraddistinto questo evento che si svolge in un momento importante nella storia dell'associazione.

Nell'ultimo biennio, la rete associativa si è espansa notevolmente in tutta la provincia e non solo, in tutto il Veneto. I nuovi mandamenti e le delgazioni sono nate dall'espressione di imprese, professionisti ed istituzioni che hanno manifestato la necessità di avere un comune interlocutore, un punto di aggregazione attraverso il quale compiere percorsi a sostegno dello sviluppo imprenditoriale locale.

 

Leggi la relazione del Presidente Ivan Palasgo

 

Centrale durante l'evento, è stata la tavola rotonda sui temi che influenzano il mercato di oggi: accesso al credito, fiscalità, sistema Paese e imprenditorialità. Sono intervenuti il presidente nazionale CONFAPI Maurizio Casasco, il presidente di Apindustria Venezia Ivan Palasgo e il vicepresidente della Regione Veneto Gianluca Forcolin; il dibattito è stato moderato dal giornalista Luigi Bacialli.

In platea erano presenti il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Pino Musolino, il Presidente di Fondo Dirigenti PMI, Piero Masoero, i delegati sindacali di FIM-CISL e UGL e i rappresentanti dei comuni di Venezia.

Il Presidente Casasco: “I nostri imprenditori si stanno mettendo in gioco per trovare soluzioni a partire dal territorio, dove operano quotidianamente e dove fanno impresa.”
Il Presidente Palasgo: “Apindustria Venezia, all’interno di CONFAPI, è una casa per le aziende e le persone del fare; l’associazionismo deve tornare ad essere sinergia e azione.”
Gianluca Forcolin aggiunge: “Il tema delle difficoltà delle piccole e medie imprese è frutto dei vincoli e paletti che lo Stato continua a mettere a chi produce e crea economia. Siamo il Paese dei paradossi, che frena chi produce in modo ottimizzato, mentre premia chi spreca, sia che si parli di imprese sia di pubblica amministrazione. Autonomia deve essere la parola chiave per il mondo dell'impresa veneta.”

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.