Sabato 6 maggio scorso, presso l’Hotel Lorenzini Sky di Selva di Cadore, grazie all’iniziativa di imprenditori e istituzioni locali, Confapi Veneto ha inaugurato la neodelegazione nella provincia di Belluno.

Il 24 marzo scorso, il Direttore Confapi Veneto Pier Orlando Roccato, i Presidenti mandamentali di Apindustria Venezia di San Donà di Piave Adriano Peretti, e di Jesolo Roberto Dal Cin, insieme all'amministratore di Apindustria Servizi Nicola Zanon, hanno incontrato il Sindaco del Comune di Selva di Cadore Silvia Cestaro. La stessa aveva richiesto un incontro con i vertici associativi per valutare l'apertura di una delegazione bellunese allo scopo di attivare un progetto di marketing territoriale. La necessità di avere un interlocutore che potesse coordinare e pianificare un sistema di rilancio del settore turistico e dell’indotto, era stato già manifestato da diversi soggetti territoriali.

Confapi Veneto ha accolto l'iniziativa con entusiasmo e, basandosi sulle attività di successo attuate nei mandamenti di Apindustria Venezia su territori a forte vocazione turistica, ha gettato le basi per un sistema di rete tra aziende, strutture ricettive, enti culturali e sociali, istituzioni locali. La pianificazione di queste attività è partita dal monitoraggio degli strumenti agevolativi a disposizione per aziende turistiche e dell'indotto, passando all’individuazione di soluzioni innovative grazie all’utilizzo del digitale.

Già nella mattinata di sabato, i vertici di CONFAPI Veneto hanno incontrato i sindaci del bellunese per presentare le prima tappe di un percorso che andrà poi condiviso sui vari territori comunali, raccogliendo le diverse richieste e considerazioni manifestate.

Il nuovo presidente della delegazione è Sisto Dagai, legale rappresentante della Società Campeggio Cadore di Callegari Urbano & C. snc; insieme al socio Pierantonio Renato Lorenzini, gestisce la struttura e tutte le attività connesse comprese quelle legate a impianti turistici e sportivi. “Ringrazio Confapi Veneto per aver accolto così prontamente la nostra chiamata. La nostra esigenza primaria è quella di avere un interlocutore che ci possa guidare nell’individuazione di obbiettivi comuni e condivisi per una progettualità più forte e incisiva”.
Coordinatore della delegazione è Adriano Peretti, già Presidente mandamentale di Apindustria Venezia a San Donà di Piave. “La mia esperienza all’interno dell’associazione e quella della gestione dell’Hotel Lorenzini Sky a Selva di Cadore, mi ha portato a mettermi in prima linea rispetto ad un tema che oggi mi sta molto a cuore: mettersi insieme per costruire un innovativo sistema di marketing territoriale condiviso. Nell’ambito turistico, credo sia fondamentale partire dall’unicità dei nostri territori che grazie ad un fortunato connubio di geografia, biologia, storia e tradizione potrebbero essere forza trainante per lo sviluppo economico regionale e non solo.”

Il direttore Confapi Veneto Pier Orlando Roccato: “In un momento storico molto importante e difficile per la nostra economia manifatturiera è importantissimo puntare al massimo su strategie di marketing che possano valorizzare la nostra industria più importante: il turismo. Questo settore è il nostro più esteso patrimonio, da solo potrebbe rilanciare lo sviluppo industriale del Paese. A patto che si lavori in maniera sinergica tra pubblico e privato per fornire servizi adeguati che permettano un’attività turistica adeguata alle esigenze dei moderni clienti.”

All’evento ha presenziato anche una delegazione della Regione Veneto. Il Vicepresidente Gianluca Forcolin, accompagnato dall’Assessore all'ambiente e protezione civile, Gianpaolo Bottacin, e al Consigliere regionale Franco Gidoni, ha illustrato come la Regione del Veneto sia presente su molti settori dal sostegno alle imprese, al digital divide, alla sanità, alle infrastrutture e all'ambiente.

Il Vicepresidente regionale Gianluca Forcolin: “In seguito ai tagli delle risorse portati dalla Legge Delrio, si è reso necessario fare ricorso alla leva moltiplicatrice dei fondi europei che, grazie agli strumenti programmatici messi in atto dall’organismo regionale, ha permesso a questo territorio di competere in modo equiparato ai vicini territori delle provincie a statuto speciale. Per ottenere maggiori risorse è fondamentale creare lobby territoriali come quella che si sta costituendo oggi con Confapi Veneto, un’importante esempio di sinergia tra istituzioni e imprese”.

 

RASSEGNA STAMPA:

Confapi vara la sua delegazione nel bellunese - Il Corriere delle Alpi 10/05/2017

Marketing turistico: c'è anche la Confapi - Il Gazzettino 09/05/2017

 

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.