Venerdì 2 dicembre scorso, Apindustria Venezia ha inaugurato il mandamento di Quarto D’Altino alla presenza delle istituzioni locali e degli imprenditori. L’evento, tenutosi presso l’Hotel Ambra, si è aperto con i saluti della Vicesindaco Cristina Baldoni che ha espresso la sua fiducia e speranza riposte sulla nuova squadra.

Una squadra “che c’è e ce la può fare” come ha asserito l’imprenditrice Roberta Stiglic, che è stata chiamata dagli imprenditori locali alla guida del nuovo mandamento. “La mia esperienza imprenditoriale è duplice; nel 1982 ho rilevato l’impresa familiare dei miei genitori per poi trasformarla in una società, innovandola grazie all’aiuto dei miei figli (entrambi atleti di livello nazionale n.d.r.) con i quali abbiamo anche fondato un’associazione sportiva dilettantistica, Free sport, che oggi conta più di cento atleti iscritti. Entrambe le realtà mi hanno insegnato che Quarto D’Altino è un territorio che ha molto da offrire, a patto che chi lo vive si sappia mettere in gioco per creare sinergie e opportunità di crescita.” La Presidente mandamentale avrà a suo fianco l’imprenditore Massimo Borin, Vicepresidente mandamentale che ben conosce l’associazione con cui collabora da anni “Già 25 anni fa abbiamo cominciato a lavorare con Apindustria Venezia nella creazione di rete d’impresa. Allora la nota chiusura dell’imprenditore veneto non ha permesso grandi risultati. Oggi, anche a causa del periodo storico, vedo una nuova spinta al mettersi in discussione da parte della nostra categoria, spinta che potrà aiutarci a rompere gli schemi e ad invertire la rotta se sapremo unirci. Ritengo che Api sia un forte punto di riferimento grazie alla sua esperienza nel nostro territorio.”
Anche Alessia Rossi, vicepresidente mandamentale e delegata di MAW, agenzia del lavoro che collabora con Api per l’incontro di domanda e offerta di lavoro, si è congratulata per la velocità e la concretezza con le quali l’associazione sta espandendo e rafforzando le relazioni territoriali “Alle aziende servono risposte. La consulenza sindacale e la formazione finanziata offerte da Apindustria Venezia sono strumenti concreti e utili”.
Il neomandamento di Quarto D’Altino potrà contare sul sostegno e l’esperienza del vicino mandamento di San Donà di Piave, esempio di successo guidato da Roberto Dal Cin “Sono molto soddisfatto di aver raggiunto questa nuova tappa e felice di avere una donna a capo di questo nuovo mandamento, un’imprenditrice che ha dimostrato di conoscere il valore del confronto e del dialogo tra realtà locali. I nostri territori condividono le criticità e i problemi portati da questo particolare momento storico che ha portato nell’ultimo anno a 20 crisi aziendale con la perdita di 300 posti di lavoro, come il caso nazionale della Ditec. Oggi le nostre maggiori sfide sono il problema della delocalizzazione e l’accesso al credito con il restauro del dialogo con gli istituti bancari.”
“Gli affidamenti bancari alle aziende, nel territorio di Quarto D’Altino, hanno subito una contrazione del 1%” ha affermato il direttore di Apindustria Venezia Pier Orlando Roccato. “I dati economici sono in leggero miglioramento ma risultano ancora pesanti: i licenziamenti sono diminuiti ma i numeri rimangono alti a causa dei fallimenti aziendali. Nel Veneto la cassa integrazione ha attinto a 1,5 milioni di euro nel primo semestre. Il fatturato delle aziende ha subito un calo del 6,5% e la domanda estera sta ristagnando. Proprio per questo vogliamo puntare sulla nostra imprenditorialità e sulla forza delle sinergie tra territori; presto apriremo altri mandamenti a Marcon, Portogruaro e Jesolo, migliorando la nostra capillarità. Oggi è importante che gli imprenditori seguano l’esempio di chi si sta unendo per rafforzare la propria voce ed il proprio operato.”

 

RASSEGNA STAMPA

Apindustria punta su Quarto - Il Gazzettino 03/12/2016

Apindustria apre a Quarto "Recessione ancora forte" - La Nuova Venezia 03/12/2016

APIndustria inaugura il nuovo mandamento a Quarto D’Altino - Il Sestante 02/12/2016

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.