Si aprono nuovi bandi da parte della Regione Veneto nell'ambito POR-FESR 2014-2020. Questa volta le agevolazioni supporteranno due principali linee di progettazione: la prima per progetti di ricerca, sviluppo ed innovazione che prevedono l’impiego di ricercatori nelle aziende; la seconda a copertura di investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale per imprese culturali, ricreative e dello spettacolo.

 

Azione 1.1.1 PROGETTI DI RICERCA CHE PREVEDONO L'IMPIEGO DI RICERCATORI

5 milioni di euro a sostegno di progetti orientati verso le traiettorie di sviluppo previste dai quattro ambiti di specializzazione (RIS3 Veneto e Piano Strategico Regionale per la Ricerca Scientifica e lo Sviluppo Tecnologico e l’Innovazione): Smart Agrifood, Sustainable Living, Smart Manufacturing e Creative Industries. Si prevede lo sfruttamento delle tecnologie abilitanti - micro e nano elettronica, materiali avanzati, biotecnologie industriali, fotonica, nanotecnologie e sistemi avanzati di produzione - e dei driver dell’innovazione, intesi come fattori catalizzatori o di stimolo per l’innovazione, non solo tecnologica.

L’agevolazione sarà sotto forma di contributo in conto capitale, varierà in relazione alla tipologia di attività progettuale e alla classificazione dimensionale dell’azienda.

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente la data di avvio del progetto, comprese tra un minimo di euro 20.000,00 e un massimo di 200.000,00 euro.

Le domande possono essere presentate dalle ore 10.00 del giorno 17 gennaio 2017 e fino alle ore 17.00 del 17 febbraio 2017 salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.

 

 

 

Azione 3.1.1 PER IMPRESE CULTURALI, RICREATIVE E DELLO SPETTACOLO

3 milioni di euro a sostegno di interventi relativi a progetti che introducono innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ammodernamento di macchinari ed impianti e accompagnamento ai processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale anche attraverso lo sviluppo di business digitali.

Il contributo a fondo perduto (a valere sul Regolamento “de minimis” n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013) è pari al 70% della spesa ammissibile ed è concessa nel limite massimo di 200.000,00 euro.

Le domande possono essere presentate dalle ore 10.00 del giorno 03 novembre 2016 e fino alle ore 18.00 del 03 dicembre 2016.


 

 
Per assistenza nella presentazione dei documenti richiesti dai bandi di intervento
UFFICIO CREDITO E FINANZA AGEVOLATA
Resp. Pierpaolo Polese
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0413969133

 

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.