Maurizio Casasco agli "Stati Generali": "per rilanciare il Paese investiamo in digitale, intelligenza artificiale, formazione, modernizzazione della PA, infrastrutture, scuola e ricerca"

 

Confapi ha preso parte agli Stati Generali dell’Economia, l’iniziativa del governo che ha raccolto a Villa Pamphilj i protagonisti delle istituzioni, delle parti sociali e del mondo della cultura, chiamati a confrontarsi sulle scelte di politica economica per far ripartire l’Italia dopo l’emergenza Covid-19. L’iniziativa intitolata ‘Progettiamo il rilancio’ ha visto le imprese al centro della giornata di mercoledì 17 giugno. Un lungo confronto, cominciato nel pomeriggio e andato avanti fno a sera.

Al termine dell’incontro, il presidente di Confapi Maurizio Casasco ha commentato dicendo che “Il premier Giuseppe Conte ha detto che crede nell’impresa e ci fa piacere: ora si tratta di scegliere le priorità. Le Pmi saranno sicuramente di stimolo e di aiuto per la stesura del Recovery plan italiano, in modo che abbia dati e un cronoprogramma ben defniti”. Investimenti in digitale, intelligenza artifciale, formazione, modernizzazione della Pa, oltre a infrastrutture sul territorio, sostegno alla scuola e alla ricerca.

Queste le priorità indicate da Confapi, con un’attenzione particolare alla fliera dell’automotive e a tutte le catene del valore, in cui la piccola e media industria è fornitrice della grande. Nel suo intervento agli Stati Generali Casasco ha sottolineato l’importanza di utilizzare diligentemente i soldi che arriveranno dall’Europa, per dare - da qui ai prossimi anni - una forte spinta innovatrice al Paese: un gesto di responsabilità verso le future generazioni.

 

PER INFO E SUPPORTO UFFICIOSTAMPA@APINDUSTRIAVENEZIA.IT | 041.8470725

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.