L’Italia, attualmente, si piazza già al quinto posto in Europa per il mercato del cicloturismo vera risorsa per il futuro economico della nostra Regione: 103 milioni di escursioni per 1.59 miliardi di euro, 1,05 milioni di vacanze per 0,46 miliardi di euro, per un totale di 2,05 miliardi di euro di fatturato. Son circa 22 mila i posti di lavoro generati in Italia, ma tanto c'è ancora da fare.

 

Si è tenuto mercoledì 30 ottobre a Valdobbiadene, presso la cantina sociale Val D’Oca il seminario dal titolo “Ciao Veneto! Biciclettando dal Mare alla Montagna”, promosso da Apindustria Servizi Srl, ente di formazione accreditato presso la Regione del Veneto.

L’iniziativa rientra all’interno del progetto regionale “Sinergie: biciclettando dalla Montagna al mare” che ha la finalità di incrementare il flusso dei turisti nel territorio veneto, attraverso la creazione di proposte turistiche integrate in grado di collegare i territori montani con quelli lagunari, aumentando i flussi turistici e ampliando la stagionalità, proprio per mezzo del cicloturismo.

 

   

 

Durante l'evento sono stati presentati i prodotti turistici creati dagli operatori che hanno partecipato al progetto. In particolare il pacchetto UNESCO Bike Tour di Wild in the Dolomiti, startup di promozione turistica nata proprio col progetto, e quattro itinerari sul territorio con partenza da Chioggia verso l'entroterra veneziano.

 

 

Tra i relatori è intervenuto pure il Direttore GAL dell'Alta Marca Trevigiana e consulente dei progetti turismo BIM Piave Treviso, Michele Genovese, il Presidente di Legambiente Veneto, Luigi Lazzaro, Michele Mutterle, Segretario generale di FIAB Italia, e Giuliano Vantaggi, Direttore di DMO Dolomiti. Tema fondamentale e comune è stato come capitalizzare e valorizzare l'ampia gamma di prodotti/servizi già esistenti nel territorio per creare un'offerta diversificata, diffusa, innovativa ed accessibile.

 

Vai all'album fotografico --> clicca qui

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.