Nuove disposizioni per l'avvio della contribuzione prevista al Fondo Enfea Salute a carico delle aziende.

 

Premesso che:

 sono tenute al versamento della contribuzione ad Enfea Salute le aziende che applicano i CCNL sottoscritti da CONFAPI (Unionchimica, Unigec, Unimatica, Uniontessile e Unionalimentari) e le Federazioni di categoria sindacale Cgil, Cisl e Uil;

 sono iscritti ad Enfea Salute tutti i lavoratori di tutte le tipologie contrattuali (tempo determinato, indeterminato e apprendistato);

 la contribuzione prevista per ogni singolo lavoratore, a carico dell'azienda, è pari a 120 euro, a partire dal 1° gennaio 2019;

 per i lavoratori assunti nel corso dell'anno la contribuzione è dovuta in relazione ai mesi di servizio.

 

Con accordo del 15 maggio u.s. Confapi/Cgil-Cisl-Uil hanno avviato l'avvio della contribuzione prevista al costituito Fondo con le modalità operative qui di seguito riportate:

 

• FASE TRANSITORIA

La raccolta della contribuzione pregressa verrà attuata attraverso il codice ENFEA a partire dalla retribuzione di maggio 2019.

L'importo da versare per ogni lavoratore sarà di 20 euro e l'importo complessivo per le aziende sarà di 24,50 euro (quota Enfea Salute 20,00 euro + quota Enfea 4,50 euro);

 

 AVVIO PRESTAZIONI

l'avvio delle prestazioni sanitarie ai lavoratori sarà operativa immediatamente dopo la comunicazione da parte dell'INPS di ricezione del primo versamento;

 

 REGIME PREVIDENZIALE E FISCALE

La quota mensile ad Enfea Salute è soggetta ad un contributo di solidarietà nella misura del 10%.

 

 
Esaurite le quote arretrate, il versamento delle quote mensili sarà pari a 10,00 euro per un totale di 14,50 per lavoratore a carico dell'azienda.

 

 

PER INFO E SUPPORTO SEGRETERIA@APINDUSTRIAVENEZIA.IT O CHIAMA A 041.8470725

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.