Dieci linee programmatiche e di intervento per avviare un confronto istituzionale sulle nuove sfide ambientali e sulle opportunità offerte dalla digitalizzazione dei processi produttivi e di consumo.

 

ROMA. Martedì 19 febbraio alle ore 17, presso la Sala del Cenacolo della Camera, undici associazioni datoriali tra cui CONFAPI hanno sottoscritto la “Carta per la sostenibilità e la competitività delle imprese nell’economia circolare”.

L’obiettivo del progetto è quello di affrontare le nuove sfide ambientali secondo un modello economico di crescita sostenibile.

Le imprese sono consapevoli del fatto che sia necessario un cambio di approccio da parte di tutti gli stakeholders e il coinvolgimento del sistema economico nel suo complesso. Per questo motivo le organizzazioni imprenditoriali hanno ritenuto opportuno convergere su alcune linee di intervento al fine di definire un percorso di interventi concreti. 

 

Tra i temi individuati:

• l’abbattimento delle barriere non tecnologiche;

• la riduzione della burocrazia;

 il sostegno agli investimenti per ricerca e innovazione.

 

La carta per l’economia circolare è un primo impegno condiviso per lo sviluppo e la competitività delle imprese italiane in tema di economia circolare.

 

 

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.