Sottoscritto tra le parti sindacali il rinnovo del CCNL Unionchimica Confapi: aumenti fino a 95 euro e novità su flessibilità e welfare.

 

Lo scorso 8 marzo è stato sottoscritto tra Confapi Unionchimica, Filctem-CgilFemca-CislUiltec-Uil l’accordo di rinnovo del CCNL.

 

Gli aumenti a regime saranno pari a:
 83 euro per il comparto della gomma plastica,
 95 euro per il comparto chimico,
 80 euro per il comparto abrasivi, ceramica e vetro.

 

Tra le novità anche:

• la rivalutazione delle tabelle previste per le aziende che non prevedono premialità per obiettivi;

 l’incremento della contribuzione Fondapi dello 0,10 a partire dal primo gennaio 2021;

 la gestione della flessibilità in entrata con utilizzo dei contratti a tempo determinato con una media annua del 30%.

 

Il nuovo contratto prevede, infine, gli adeguamenti normativi contrattuali alle innovazioni legislative intervenute a partire dalla scadenza del precedente CCNL e il recepimento dell’accordo interconfederale in materia di assistenza sanitaria integrativa.

 

Il contratto è di durata quadriennale, con scadenza il 31/12/2022.

 

“Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto, un risultato conseguito in tempi brevissimi – ha commentato il presidente di Unionchimica Confapi, Delio Dalola – Abbiamo conciliato le esigenze delle aziende con le richieste ricevute dai sindacati in piattaforma di rinnovo.

La durata quadriennale del CCNL consentirà alle aziende di avere una programmazione più efficace rispetto ai propri budget e maggior certezza rispetto ai costi sul lungo periodo”.

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.