Fondi Paritetici Interprofessionali Nazionali per la formazione continua sono organismi di natura associativa promossi dalle organizzazioni di rappresentanza delle Parti Sociali attraverso specifici Accordi Interconfederali stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul piano nazionale.
Finanziano piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, che le imprese in forma singola o associata decideranno di realizzare per i propri dipendenti.
Consente alle imprese di destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) alla formazione dei propri dipendenti.
I datori di lavoro potranno infatti chiedere all’INPS di trasferire il contributo ad uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali, che provvederà a finanziare le attività formative per i lavoratori delle imprese aderenti.
Apindustria Servizi S.r.l.è a disposizione delle aziende per la elaborazione di specifici interventi formativi progettati su misura.

 


Avviso 02-2020

Con delibera del CDA del Fapi n.11 il 15/4/2020 ha approvato l’Avviso 02-2012 PIANI QUADRO che finanzia RETI nuove, consolidate ed INCREMENTI per complessivi 2.700.000 euro. Le novità sono 2 incentivi economici per le aziende di nuovissima iscrizione al Fapi o che hanno portabilità.

 

 

 

 

  

Avviso 1/2020 - Competitività

 

Con l’Avviso n. 1/2020 “Competitività”, Fondimpresa stanzia complessivamente 72 milioni di euro per il finanziamento di piani condivisi per la formazione dei lavoratori sui temi chiave per la competitività delle imprese aderenti: qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, innovazione dell’organizzazione, digitalizzazione dei processi aziendali, commercio elettronico, contratti di rete, internazionalizzazione.

  

 

 

Avviso 2/2020

 

La dotazione finanziaria complessiva dell’Avviso ammonta a € 3.500.000 (euro tre milioni cinquecentomila) e trova copertura nelle risorse assegnate dall’INPS che hanno alimentato il conto “Fondo attività piani formativi 2/2020” (in sigla F.DO PF A0220).

La quota di finanziamento pubblico per ciascun Progetto Quadro dovrà assestarsi nel limite massimo di € 85.000 (euro ottantacinquemila). Ciascun soggetto ammissibile, tanto in forma singola quanto in forma aggregata, potrà candidare fino a due Progetti Quadro.

 

 

 

 

 

Apindustria Servizi Srl, verificando con le imprese le priorità dei fabbisogni formativi, può presentare, seguendo opportuni processi di rotazione tra le imprese beneficiarie, specifici Progetti formativi a valere sul Conto Aziende, senza ulteriori valutazioni e/o graduatorie di merito da parte del Fondo.

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.