MARCON/QUARTO«Sostenere e dare impulso alla crescita delle piccole e medie imprese, supportando i loro piani di investimento a breve e medio termine». É l'impegno di Banca della Marca e Apindustria Venezia con la convenzione sottoscritta ieri presso la sede di Marcon dell'istituto trevigiano, dal direttore generale della banca Francesco Beninato e dalla presidente mandamentale di Apindustria di Quarto D'Altino Roberta Stiglic.

L'accordo prevede, ad esempio, tre linee di finanziamento rispettivamente dedicate a finanziamenti a breve, per investimenti e per liquidità: la prima dedicata ad agevolazioni con piani di rientro programmabili destinati a soddisfare le esigenze di liquidità, con tasso fisso e durata massima 12 mesi; la seconda è un'agevolazione per investimenti in attrezzature e ristrutturazione di immobili ad uso aziendale; la terza per ristrutturazioni finanziarie. Sono previsti, inoltre, affidamenti per smobilizzo crediti commerciali; infine, per le aziende associate con fatturato non superiore a 500 mila euro, verrà reso disponibile il conto Impresa Zero a condizioni speciali.

Quella sottoscritta ieri è la terza convenzione che Api Venezia stipula con le Bcc, dopo quella di San Biagio e Monastier. Erano presenti anche il direttore dell'associazione veneziana delle Pmi Pier Orlando Roccato, i delegati dei mandamenti di San Donà di Piave, Jesolo, Portogruaro, Quarto d'Altino ed Oderzo, i responsabili dell'area di Venezia dell'istituto di credito Giancarlo Bovo e Giuliano Lugato e l'assessore al Bilancio del Comune di Marcon, Marco Bosco. «Intendiamo offrire agli associati un'ulteriore opportunità di sviluppo delle proprie attività industriali - spiega Roccato - Questo ulteriore passo serve ad avvicinare credito e imprese, mondi che sono stati sempre troppo distanti dall'inizio della crisi».

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.