Forza Italia e Zaccariotto non vogliono la Pilla

SAN DONÀ. Nuova riunione nel centrodestra e si consolida un altro "polo" in quest'area politica in fibrillazione dopo la candidatura di Francesca Pilla su proposta della Lega Nord.

L'altra sera si è tenuto un nuovo incontro tra Forza Italia, con il coordinatore provinciale Michele Celeghin, cui hanno partecipato la lista Zaccariotto, Oliviero Leo e la sua Scegli Civica, quindi Apindustria con il suo candidato a sindaco Adriano Peretti e il portavoce Massimo Borin. Ne fanno parte anche altri moderati di centrodestra che stanno lavorando per una contro-candidatura alternativa alla Pilla. Sembra che la stessa lista Zaccariotto abbia già un nome. Visto come stanno andando le cose, si allontana, almeno in questa fase, una convergenza di tutto il centrodestra sulla Pilla nonostante la determinazione del vice governatore Gianluca Forcolin che crede molto in Francesca Pilla. Per il momento i candidati ufficiali sono il sindaco uscente Andrea Cereser, quindi Adriano Peretti per Apindustria, Giuseppe Cestaro dei socialisti e Francesca Pilla per Lega Nord, Fratelli d'Italia, Direzione Italia e Movimento nazionale.

L'ex deputato Luciano Falcier di IDeA ha invitato partiti e liste a soffermarsi su aspetti importanti: «San Donà è il centro più importante del Veneto Orientale e solo un Veneto Orientale unito può avere la forza per difendersi da Venezia ed essere interlocutore con Regione, Governo e Ue. E ci vuole collaborazione con Portogruaro. Si può conservare Usl, Atvo, Inps, Poste, Camera di Commercio, Consorzio di Bonifica, superando i campanilismi. Questi sono i veri temi». Si attende inoltre di conoscere il candidato dei 5 Stelle, poi della destra di Ennio Mazzon. Infine, anche il candidato per Articolo 1-Mdp e le civiche di sinistra.

 

Fonte: La Nuova Venezia

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.