SITO WEB ED EVENTO PRIVO DI SIMBOLI. GLI SFIDANTI IN CERCA DI UN'INTESA

SAN DONÀ. Prove di dialogo nel centrodestra tra la coalizione guidata dalla Lega e quella di Forza Italia in vista delle elezioni comunali del 2018. Ma anche il sindaco uscente Andrea Cereser prepara il terreno per il suo secondo mandato. Mettendo in soffitta i simboli di partito.

IL CENTRODESTRA«Spero di poter dialogare con un interlocutore titolato a breve - spiega Gianluca Forcolin del Carroccio qualcuno che possa chiudere l'accordo politico», dopo l'intesa raggiunta tra gli azzurri e i gruppi che fanno capo a e Oliviero Leo e Francesca Zaccariotto, una coalizione che sta lavorando per condividere un programma ma sopratutto il metodo e la scelta del sindaco, chiedendo al vicepresidente regionale di fare un passo di lato. «Se non ci sono preclusioni sul candidato Francesca Pilla ribadisce Forcolin resto in attesa di vedere le dinamiche di questo gruppo con cui resto disponibile al dialogo. Si tratta di un cantiere aperto all'interno del centrodestra, confido che gli interlocutori maturino presto le loro decisioni interne per far partire la campagna elettorale». «L'interlocutore è Forza Italia, essendo l'unico partito strutturato come riconosciuto dagli altri gruppi spiega coordinatore provinciale azzurro, Michele Celeghin con un ruolo di mediazione, aggregazione e dialogo. Non c'è mai stata alcuna preclusione nei confronti di Pilla». «Vado avanti con la mia squadra, lavorando ad un progetto che possa essere condiviso per la città conferma la stessa Pilla in attesa che queste forze facciano chiarezza al loro interno».

IL CENTROSINISTRA trarre un vantaggio dalla spaccatura nel centrodestra può essere l'attuale sindaco Andrea Cereser che promuove un primo incontro intitolato World café per sabato prossimo, 14 ottobre, dalle 9 alle 12 all'hotel Forte del 48. «Risponde all'esigenza di avere delle occasioni confronto con i cittadini su quanto fatto e quanto resta da fare spiega Cereser . Per questo appuntamento si vuole che le idee prevalgano su ogni logo e simbolo di partito. Si tratta del primo passo di un percorso in avvicinamento alla competizione elettorale». Quindi, come evidenziato da Cereser in occasione della conferma della sua candidatura, si tratterà di un momento di dialogo e scambio informale dove qualsiasi sandonatese potrà esprimere proposte, sollecitazioni, critiche e idee per il futuro delle città. Nel frattempo è stato attivato anche il sito www.andreacereser.it, anch'esso non riporta i simboli della coalizione di centrosinistra che ha governato la città.

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.