Decreto Semplificazioni. Recepita l'istanza Confapi per ridurre i tempi di riscossione del ciclo credito/debito e di conseguenza l'indebitamento delle PMI

 

Il Decreto Semplificazioni è un disegno di legge approvato dal Consiglio dei Ministri del 16 ottobre 2018 che prevede una serie di "facilitazioni" su diverse tematiche, tra cui l'impresa.

Tra le molteplici novità introdotte anche l'istanza per ridurre i tempi di pagamento nelle transazioni tra privati voluta fortemente da Confapi.

La direttiva europea 2011/7/UE (Lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali) stabilisce i tempi (60 e 30 giorni) entro i quali le fatture devono essere regolate e prevede sanzioni pecuniarie nel caso non vengano rispettati, ma in Italia le transizioni tra privati arrivano fino a 150-180 giorni. Questo limita la liquidità delle aziende e frena la competitività e la crescita dell'intero sistema.

L'istanza introdotta contempla come gravemente iniqua per le Pmi la clausola che prevede tempi di pagamento superiori a 60 giorni.

Questo ha lo scopo di ridurre i tempi di riscossione del ciclo credito/debito a 60 giorni e di conseguenza l'indebitamento delle PMI, considerate parte contrattuale debole verso la grande industria. 

Con questo provvedimento auspichiamo che le imprese riescano a liberare maggiore liquidità e investimenti finalizzati alla crescita e allo sviluppo del nostro Paese.

 

Fonte: www.confapi.org

 

 

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.