EXPORT IN AUMENTO 

Vino del Veneto orientale boom di vendite in Cina

 
 

05 luglio 2018

 

SAN DONÀ. Export di vino verso la Cina, vendite in aumento. Si parla di percentuali in crescita del 7-8 per cento nell’export del vino in Cina per le aziende del Veneto orientale e solo nel primo trimestre 2018 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. È quanto emerge da un report sui dati delle dogane elaborato dall’osservatorio Apindustria Venezia-Confapi Veneto. Il vice presidente di Apindustria Venezia Simone Padoan, che è uno degli esperti e componente del China Desk, sta strutturando un progetto di promozione del vino nel vasto Paese asiatico con protagoniste le imprese sandonatesi e portogruaresi.

«Ci sono margini di miglioramento», dice, «perché oggi le nostre imprese non riescono ancora a esprimere un adeguato coordinamento negli accordi strategici con i distributori cinesi». Franco Passador direttore di Vivo cantine viticoltori del Veneto orientale, importante realtà con sedi nel Veneziano che conta 2.000 soci, ha fatto un’analisi sull’attuale situazione del mercato cinese: «Quando si guarda a nuovi mercati», aggiunge, «è sempre importante essere aggiornati non solo su ciò che accade dalla parte dei consumatori, come trend e preferenze, ma anche su ciò che accade dalla parte della produzione.

Roberto Dal Cin presidente dell’Api di Jesolo l’anno scorso è stato tra i promotori dell’incontro per favorire lo scambio tra imprese cinesi e quelle della costa adriatica. Dal Cin parla

di un aumento del 5-7% del turismo cinese nelle nostre spiagge, con un potenziale di 250 milioni di persone con buona-ottima disponibilità finanziaria. L’obiettivo è favorire l’incontro tra i nostri imprenditori e quelli del Paese asiatico.

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.