SELVA DI CADORE

Segno positivo per l’occupazione bellunese grazie alla spinta propulsiva del settore turistico. E Apindustria, l’Associazione piccole e medie industrie Venezia, punta sulla formazione. La sede provinciale di Confapi, a Selva di Cadore, ospiterà infatti un corso, promosso da Apindustria Servizi e finanziato dalla Regione che formerà quattro disoccupati/inoccupati under 29 su competenze contabili, amministrative e linguistiche, affinché diventino addetti front-back office nelle strutture ricettive. Le selezioni si terranno mercoledì 30 maggio, alle 10.30, nella sede di via Santa Fosca. 

Il turismo sulle Dolomiti bellunesi, nel 2017, è cresciuto del 20% (+11% le presenze invernali), in termini di presenze sia italiane che straniere. Su un livello analogo si collocano le aspettative di crescita per il 2018. Complice quest’andamento positivo, anche le assunzioni sono in ripresa. Il settore più reattivo è il terziario, che assorbe il 60% del saldo totale (35.780 assunzioni al 31 dicembre 2017). In particolare, nell’Agordino sono stati assunti 5.420 lavoratori. 

A differenza di molte altre zone, sono in aumento i contratti a tempo indeterminato: + 65 nel 2017 rispetto all’anno precedente. «L’andamento tendenzialmente positivo dev’essere un ulteriore spinta per sviluppare dinamiche di incontro tra domanda e offerta sul mercato del lavoro», sottolinea il presidente di Confapi Belluno, Sisto Dagai. «In questo senso stiamo sviluppando

una serie di iniziative volte a promuovere la formazione e il networking come strumenti per combattere l’alto tasso di disoccupazione giovanile. Tra questi, un corso di formazione Garanzia Giovani, che si terrà nella nostra sede, da poco inaugurata a Selva di Cadore». (m.r.)

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.