SAN DONÀ. Bollicine da primato, aumenta del 12 per cento l’export di Prosecco dal Veneto orientale nel 2017. Le bottiglie prodotte nell'intera provincia, la quasi totalità delle circa cento aziende si trova nell'area del Sandonatese-Portogruarese, vanno dai 25 ai 28 milioni, delle quali l’82 per cento prendono la strada degli Stati Uniti, Gran Bretagna e Germania.

Giorgio Piazza presidente del Consorzio Vini Venezia non ha dubbi: «Questo conferma l’assoluta eccellenza di questo territorio e la lungimiranza dei nostri imprenditori. È inoltre importante l’attenzione che i produttori stanno mettendo sulla sostenibilità ambientale». Franco Passador direttore generale di Vivo Cantine viticoltori del Veneto orientale sottolinea la qualità della produzione che piace anche a chi si accosta per la prima volta al mondo del vino.

Annibale Toffolo editore della rivista specializzata “Taste Vin” parla di un prosecco entrato nella quotidianità, ottimo anche il rapporto qualità-prezzo. «Un aumento di consumo delle bollicine di casa nostra», dice Roberto Dal Cin, presidente del mandamento jesolano di Apindustria Venezia, «si registra nelle località balneari, con un 23-27% in più nel 2017».

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.