SCORZÈ Riunione d'urgenza ieri mattina tra i delegati delle Rsu e i rappresentanti della Fiom Cgil per fare il punto della situazione sull'ex Ilnor di Gardigiano.

L'incontro è avvenuto verso le 11 nei locali della trattoria Te Quiero, in via Moglianese, non lontano dalla fabbrica. Il vertice è stato fissato dopo che, in un incontro tra la proprietà e i rappresentati della Regione Veneto ai primi di dicembre, si era preso atto che non è stato manifestato alcun interesse da parte di eventuali acquirenti.A sottolinearlo era stato già la scorsa settimana Cristian Modesto, delle Rsu Fiom-Cgil, con un messaggio sul sito facebook Lavoratori Ilnor: «Con grande dispiacere vi comunico che la storia della nostra amata Ilnor è terminata. Nessuno è interessato a rilevare l'attività, pertanto verrà smembrata e venduta a pezzi».

SCADENZA DEI TERMINI Di fatto il 30 novembre scadeva il termine ultimo degli accordi con la proprietà per la vendita. «Ma non è ancora detta l'ultima parola - ha sottolineato ieri mattina Giuseppe Minto della Fiom Cgil Praticamente abbiano tempo fino a giugno con la scadenza della cassa integrazione. Per questo abbiamo coinvolto il direttore di Apindustria Venezia (Associazione delle piccole e medie industrie), Pier Orlando Roccato, che si è preso l'impegno di sondare le aziende locali».

«Abbiamo già inviato delle informazioni ai nostri associati sulla Ilnor» risponde indirettamente Pier Orlando Roccato, contattato al telefono dal Gazzettino. «Stiamo già facendo delle operazioni con delle fonderie e vi è un certo interesse per la Ilnor data l'espansione del mercato per i laminati e le leghe in rame nel territorio. Tuttavia quello che si teme è l'esposizione in termini finanziari della fabbrica».

NUOVO INCONTRO Questo pomeriggio alle 14, nella sala consiliare del Comune, si terrà un nuovo incontro tra i dipendenti, il sindaco e tutti i consiglieri. «La speranza è che il ciclo produttivo Ilnor possa ancora avviarsi si augura il sindaco Giovanni Battista Mestriner - In caso contrario dobbiamo fare in modo di coinvolgere le attività produttive del territorio per eventuali ricollocazioni, anche attraverso precorsi di aggiornamento e di formazione per circa 70 lavoratori». La prossima settimana sarà lo stesso assessore al lavoro della Regione Elena Donazzan a convocare un'assemblea in municipio a Scorzè per incontrare i lavoratori Ilnor, i loro rappresentanti sindacali e gli amministratori del Comune.

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.