CHIOGGIA. Luci puntate sui percorsi ciclabili in chiave turistica. La Regione ha approvato il progetto di Apindustria Venezia "Sinergie: biciclettando tra montagna e mare" che prevede un percorso di formazione per gli operatori focalizzato sul cicloturismo e la sua valenza in chiave di allungamento della stagione balneare.

Nel progetto rientra anche Chioggia che vi ha aderito con l'Organizzazione di gestione della destinazione (Ogd). L'iniziativa mira a creare un'offerta turistica integrata a livello regionale, per abbattere gli scompensi creati dalla stagionalità. Nel 2017 le località marittime venete hanno registrato un boom di presenze del 20%. A Chioggia, secondo i dati Sistar, vi è stato un aumento delle presenze anche nei mesi di marzo e ottobre rispettivamente di 8.000 e 3.000 unità.

«Maggiori e migliori servizi aumentano le presenze dei turisti e ne consolidano la fidelizzazione», spiega Nicola Zanon, vicedirettore di Api Venezia, «uno dei nostri obiettivi è diminuire la variazione stagionale, che penalizza la reddittività del settore turismo. Questo progetto regionale ha suscitato molto interesse da parte di albergatori, campeggiatori, ma anche associazioni sportive. La nostra regione dispone di 1. 200 km di piste ciclabili. Per potenziare questa opportunità, le imprese devono lavorare insieme per offrire un servizio completo che renda i soggiorni nelle nostre località un'esperienza di vacanza completa».

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.