Il CCNL Confapi Aniem per i dipendenti delle piccole e medie imprese produttrici di elementi e componenti in laterizio, prefabbricati in latero-cemento e manufatti in calcestruzzo armato e non, in cemento, gesso e piastrelle è stato rinnovato con accordo del 23 giugno 2017.

In una prospettiva di semplificazione dell’impianto contrattuale, è stato abrogato il Comitato paritetico nazionale laterizi PMI ed il relativo contributo di 5 euro annui per ogni dipendente, previsto a carico delle aziende per il suo funzionamento.

 

Decorrenza

Dal 01/04/2016 al 30/06/2019.


Prestazioni della bilateralità

Il rinnovo contrattuale introduce per le aziende che applicano il contratto in oggetto l’obbligatorietà del versamento dei contributi a OPNC e ad ENFEA tramite F24. Per ogni informazione in merito ad importi e modalità di pagamento CLICCA QUI 

 

Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica e apprendistato di alta formazione e ricerca

Il CCNL rimanda alla disciplina prevista dagli art. 41-42-43 e 45 del D.Lgs. 81/2015 ed dall’Accordo Interconfederale tra CONFAPI/CGIL-CISL-UIL del 22/12/2016.

 

Apprendistato professionalizzante, addestramento ed assunzione di giovani con diploma o attestato di qualifica, apprendistato di alta formazione e ricerca – Art.52 – Art. 3bis

La disciplina dell’apprendistato professionalizzante è stata rivista ai fini del necessario adeguamento alle disposizioni di legge vigenti, con particolare riferimento al D. Lgs. 81/2015. In particolare, gli adeguamenti introdotti riguardano i seguenti aspetti.

  1. Durata - la durata complessiva del contratto di apprendistato professionalizzante non potrà essere superiore a 36 mesi.
  2. Inquadramento - l’inquadramento e il relativo trattamento economico è così determinato:
  • nel primo periodo, non superiore a mesi 12, di apprendistato professionalizzante: due livelli sotto quello di destinazione finale;
  • nel secondo periodo non superiore a mesi 12: un livello sotto quello di destinazione finale;
  • nel terzo e ultimo periodo per il periodo residuo: inquadramento al livello di destinazione finale.

 

Contratto di lavoro a tempo parziale – ART. 11

La disciplina del contratto a tempo parziale è stata adeguata alle disposizioni di legge vigenti, con particolare riferimento al D. Lgs. 81/2015.

 

Contratto a termine - Somministrazione di lavoro a tempo determinato - Art. 9

La disciplina del contratto a termine e della somministrazione è stata adeguata alle disposizioni di legge vigenti, con particolare riferimento al D. Lgs. 81/2015.
Per i due istituti - contratto a tempo determinato e somministrazione a termine - complessivamente intesi, si potrà disporre di un numero medio di lavoratori, nel corso dell'anno solare, non superiore al 25% rispetto al numero dei lavoratori con contratto a tempo indeterminato in forza al momento dell’assunzione.
Sono escluse dalle percentuali di cui sopra le assunzioni intervenute per le causali previste dalla legislazione vigente in materia.

Qualora l’applicazione del 25% dia un risultato inferiore a 5, le aziende potranno comunque utilizzare un massimo di 2 assunzioni tra contratto a tempo determinato e somministrazione a termine, complessivamente intesi.

 

Previdenza complementare – Art. 45

Con questo ultimo rinnovo, che riconferma il FONDAPI quale fondo di riferimento per le aziende che applicano il presente CCNL, l’aliquota contributiva a carico dell’azienda è pari all’1,70% della retribuzione utile per il calcolo del TFR, a partire dal 01.03.2019, con esclusivo riferimento ai lavoratori iscritti al fondo.

 

Tutela tossicodipendenza e disturbi comportamentali patologici - Art. 47

Le tutele per i lavoratori con accertato stato di tossicodipendenza vengono estese anche a quelli con presenza di disturbi comportamentali patologici, quali alcolismo, anoressia, bulimia per l’accesso ai programmi terapeutici e riabilitativi presso i servizi delle unità sanitarie locali o di altre strutture terapeutico-riabilitative e socio-assistenziali, con conservazione del posto di lavoro.
Conseguentemente, anche i lavoratori familiari, intendendosi per tali il coniuge, il genitore, i figli o il convivente more uxorio di persona da un disturbo comportamentale patologico potranno beneficiare delle medesime agevolazioni già previste per i lavoratori familiari di una persona tossicodipendente.

 

Sanità integrativa – Art. 48

Il Fondo di riferimento per la sanità integrativa resta ALTEA, a cui vengono iscritti obbligatoriamente i dipendenti ai quali si applica il presente CCNL, al superamento del periodo di prova.
La contribuzione al Fondo ALTEA sarà di 10,00 euro mensili a carico dell’azienda a partire dal 01/10/2018.
Nel caso in cui intervengano accordi interconfederali in materia di sanità integrativa, le parti si impegnano ad integrare la presente disposizione, ai fini del recepimento di tali accordi interconfederali nella disciplina contrattuale.

Congedi

Viene introdotta la possibilità di concedere la riduzione dell’orario di lavoro – part time reversibile – per un periodo di 1 anno con possibilità di proroga ai lavoratori che rientrano nella concessione dei congedi di cui al relativo articolo.

 

Formazione professionale

Laddove l’azienda ne ravvisi la necessità , la stessa, unitamente alle RSU e/o alle OO.SS. territoriali, ove presenti, definirà l’adeguato numero di ore e le relative modalità di formazione annuale dei
lavoratori sui processi produttivi, distribuite uniformemente tra i vari profili professionali. I percorsi formativi saranno certificati secondo le norme vigenti.


Aumenti retributivi e nuovi minimi tabellari contrattuali - Art. 29
E’ previsto un aumento retributivo complessivo di 64 euro al livello C, da corrispondersi in tre tranches, di cui la prima al 01.06.2017.

 

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.