JESOLO Estate 2017, impresa e operatori a confronto ieri al Terrazzamare in un incontro di Apindustria. Il direttore Pier Orlando Roccato punta sulla creazione di network sinergici tra le imprese locali del settore e sottolinea l'importanza del turismo quale prima impresa. Le previsioni sono in continuo miglioramento per i prossimi anni, sia per gli arrivi che le presenze, soprattutto degli stranieri, con punte fino al +3,5% per i provenienti dalle zone extraeuropee come Stati Uniti, +12%, e Giappone, +3,3%, con una ripercussione maggiore nelle città d'arte. Il presidente del mandamento Apindustria Jesolo, Roberto Dal Cin, ricorda che più di 15 milioni di turisti sono concentrati in sole 50 località venete. «Abbiamo 17 milioni di arrivi e 63 milioni di presenze turistiche annue sul litorale», spiega, «con percentuali di crescita. Di questi, ammonta a 6 milioni il numero di quelli italiani, tornati a crescere, dopo anni di calo di presenze, e a 11 milioni gli stranieri. I Paesi di cultura germanica confermano la supremazia, con circa 18 milioni di presenze annue, seguiti dai Paesi Bassi e dal Regno Unito, che assieme ne totalizzano 5. In crescita Corea del Sud prima di Cina e India, Estonia e Lituania presentano variazioni tra il 140 e il 115%».

 

Fonte: La nuova Venezia

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.