QUARTO D’ALTINO. Apindustria chiede un incontro al Comune di Quarto d’Altino per discutere della possibilità di stipulare una convenzione tra le piccole e medie imprese del paese e l’asilo nido comunale “Pollicino”, che si trova in località Le Crete. Un’opportunità che consentirebbe alle aziende di offrire un beneficio in più ai propri dipendenti, soprattutto se donne madri, permettendo un accesso più facile alla struttura per i figli dei lavoratori. La lettera con la richiesta di avviare un confronto con il Comune è stata sottoscritta da Roberta Stiglic, presidente del mandamento di Quarto d’Altino di Apindustria Venezia. Insieme a lei, hanno firmato la missiva anche i vicepresidenti del mandamento altinate, Alessia Rossi e Massimo Borin. Destinatario della lettera è il sindaco Claudio Grosso. Le ragioni della proposta di firmare la convenzione sono state spiegate dal direttore di Apindustria Venezia, Pier Orlando Roccato.
«Si parla molto di welfare in azienda perché è uno strumento fondamentale per creare un nuovo sistema del lavoro», commenta Pier Orlando Roccato, «insieme al mandamento di Quarto di Apindustria, vogliamo creare opportunità concrete per agevolare l’emissione di benefit da parte delle imprese ai propri dipendenti».
Da qui la richiesta di intavolare un confronto con il Comune per discutere della possibilità di arrivare a una convenzione, da cui peraltro trarrebbe beneficio anche la stessa struttura, visto che si agevolerebbero nuove iscrizioni di bambini. Già da qualche tempo, la giunta Grosso, in particolare con l’assessore al sociale Cristina Baldoni, è impegnata in un’attività di promozione della struttura, come illustrato nell’ultima seduta del consiglio comunale. L’asilo nido comunale “Pollicino” è una struttura che offre un servizio sociale ed educativo, accogliendo bambini di età compresa tra i 6 e i 36 mesi. La struttura è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 7.15 alle 18. Oltre ai servizi educativi per i bambini, sono proposte periodicamente attività di formazione e sensibilizzazione rivolte ai genitori sulle tematiche legate all’infanzia.

 

Fonte: La Nuova Venezia

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.