"Sto creando un gruppo di imprenditori pronti al rilancio del Museo di Altino. Investire in cultura è importante come investire in tecnologia: abbiamo nel territorio altinate un patrimonio artistico che può portare benefici all'economia e creare reddito." Anche il direttore di Apindustria Venezia, Pier Orlando Roccato farà parte della squadra di imprenditori pronti a rilanciare il sito museale di Altino. Già con Joannes Oberrauch amministratore delegato della Lisec Italia e Franco Passador, direttore generlae di Vivo Cantine viticoltori del Veneto orientale, è stato fatto un primo passo per creare sinergia tra cultura e impresa. Di recente alla già nutrita squadra interessata al progetto di valorizzazione del Museo archeologico di Altino si erano aggiunti infatti anche José Ramirez Marques di Ghiaccio Facile con sede a Quarto D'Altino, e ancora Claudio Ciani Bassetti del castello di Roncade e Fiorenzo Loirenzon de "I padroncini" di Sati Biagio di Callalta, imprenditori del mondo del vino.

Nel febbraio scorso c'era stato un primo incontro con la direttrice del museo Mariolina Gamba grazie all'impegno di Joannes Oberrauch ai quali avevano partecipato anche i giovani di Confindutria Venezia e Treviso.

Il Sindaco di Quarto, Claudio grosso, ha espresso soddisfazione per il progetto: "Mi fa piacere che ci siano anche imprenditori della Marca Trevigiana pronte a fare la loro parte. Solo grazie al gioco di squadra impresnditori ed istituzioni riusciremo a dare risposte concrete ad una delle ecclenze del territorio altinate."

Su Altino si è mosso da tre anni Roberto Dal Cin, ex presidente della commissione turismo in Provincia e attuale assessore alle attività produittive: "Il Museo ben si collega a nuove formule turistiche che rilancerebbero ulteriormente Altino."

 

LEGGI L'ARTICOLO

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.